Rimani aggiornato. Ricevi la nostra newsletter.

01/13/2020
By
MJV Team

Design Sprint, Design Thinking e Agile: capire le differenze

Gli approcci impiegati negli sforzi di innovazione sono diversi. In un certo senso possono essere un po’ confusi. Questo è il caso di Design Sprint, Design Thinking e persino Agile.

In questo articolo, segnaliamo dove questi metodi differiscono e si completano a vicenda. L’idea è di aiutarti a comprendere queste differenze e rafforzare i tipi di progetti che possono utilizzare con successo.

Continua e scopri le differenze tra Design Sprint, Design Thinking e Agile!

Cos’è il Design Thinking

La definizione di base di Design Thinking è:

“Approccio strutturato all’innovazione incentrato sull’essere umano. Cerca di generare soluzioni che allineino il desiderio e le esigenze dell’utente consumatore alla generazione di valore aziendale ”.

Come metodo utilizzato nei progetti di innovazione, Design Thinking innova principalmente introducendo nuovi significati di prodotti, servizi e relazioni focalizzati sull’essere umano (tutte le parti interessate sono coinvolte).  E funziona sostanzialmente con tre principi:

  • Focus sulle persone
  • Collaborazione multidisciplinare
  • Tangibilità di idee e concetti

E più in generale, funziona come:

  • Immersione → Analisi → Ideazione → Prototipazione

Cos’è Design Sprint

Design Sprint è una metodologia per sviluppare un’ipotesi, prototipare un’idea, provare e validare in solo 5 giorni.
L’obiettivo di utilizzare Design Sprint è quello di portare sempre di più agilità per l’ambiente aziendale. Pertanto, più velocemente, una squadra può determinare se un’intuizione è buona, cattiva o ha bisogno di modifiche per girare un progetto, meno tempo e meno denaro viene speso.
Vediamo come succede in pratica. Supponiamo che il ciclo avvenga entro cinque giorni lavorativi a settimana. Sarebbe così:

  • lunedìcapire – mappare il problema e scegliere un’area importante su cui concentrarsi
  • martedìidealize – Delinea le soluzioni concorrenti su carta
  • mercoledìdecidere – prendere decisioni e trasformare le idee in un’ipotesi verificabile
  • giovedìprototipazione – creare e analizzare un prototipo realistico 
  • venerdìprova – Ricevi feedback da utenti reali sul prototipo generato

Quali sono le pratiche agili

Le pratiche agili derivano da una filosofia emersa dal Manifesto Agile. Questo manifesto è stato realizzato nel 2001 da un gruppo di professionisti che hanno discusso dell’approccio tradizionale alla gestione dei progetti IT.
In poche parole, il Manifesto Agile descrive quattro valori fondamentali:

  • Individui e interazioni centrati su processi e strumenti
  • Funzionamento del software sopra documentazione più completa
  • Collaborazione con i clienti nella negoziazione del contratto
  • Risposte rapide, modifiche in tutto il progetto seguendo un piano

Nello sviluppo del software, le pratiche o metodologie agili I più comunemente usati sono il DSDM (Dynamic Systems Development Method), SCRUM e XP (Extreme Programming).

Design Sprint, Design Thinking e Agile: le differenze nei dettagli

Dopo aver dato una rapida occhiata ai concetti di Design Sprint, Design Thinking e Agile, è tempo di sottolineare le differenze elementari tra di loro. Dai un’occhiata qui sotto.

Design Sprint vs Design Thinking

Il Design Thinking è una filosofia da interiorizzare e un mindset da adottare. Si tratta di strutturare il nostro processo di pensiero per comprendere e definire il problema, concettualizzare, aggiornare e collaudare le soluzioni.

Al contrario, Design Sprint è un processo metodologico, basato su Design Thinking, che affronta e risolve i problemi in modo più efficiente all’interno di un intervallo di tempo specifico. Il Design Thinking scompone e descrive il processo sistematico utilizzato dai progettisti in modo che tutti possano risolvere qualsiasi problema seguendolo.

Il tempo è oro; il focus è la chiave. Se stai cercando un framework per produrre il massimo effetto in un arco temporale plausibile, Design Sprint è lo strumento giusto. Puoi utilizzarlo per qualsiasi sfida della tua organizzazione, dagli argomenti specifici del prodotto alla strategia aziendale complessiva.

Differenziale di pratica agile

Agile è un modo di gestire, basato su uno sviluppo graduale, consegna incrementale e rivalutazione continua di un prodotto o processo.

Utilizzato principalmente nello sviluppo di software, si basa su una chiara idea del concetto di prodotto e del suo mercato.

Contrariamente all’idea di concentrarsi su un insieme di risorse da sviluppare, le Pratiche Agili si concentrano sulle risorse di alto valore prima.

Agile riguarda la produzione di risultati tangibili, lavorando dopo ogni passaggio.

Come combinare i 3 approcci

Il migliore fra tutti i mondi possibili è combinare questi tre approcci. Ecco alcuni modi per farlo.

Usa Design Thinking per identificare correttamente i problemi e Agile per risolverli rapidamente.

Mentre Agile è un approccio per rendere operative le soluzioni, Design Thinking è un approccio per trovarle. Richiede un alto grado di empatia e comprensione da parte degli utenti finali e un processo interattivo di sviluppo di nuove idee, ipotesi sfidanti e ridefinizione dei problemi per identificare soluzioni alternative ciò potrebbe non essere necessariamente evidente.

Usa Agile per creare soluzioni che risolvano questi problemi

Dopo aver identificato la vera natura del problema da risolvere, la squadra può sfruttare la soluzione agile per ridimensionare la soluzione dal Minimal Viable Product (MVP) a produzione pilota su larga scala.

Inoltre, Agile è il meccanismo ideale per migliorare il prodotto nel tempo, rendendolo un “prodotto vivente” che si evolve con il feedback degli utenti e le nuove esigenze di business o di mercato.

Come il Design Thinking, un principio fondamentale di una pratica agile efficace è recuperare informazioni frequenti dagli utenti finali per interagire con i risultati giusti. All’inizio, ciò include la definizione degli obiettivi di business del progetto, la scrittura di user story e la creazione di backlog. Durante tutto il processo di sviluppo, questo input dovrebbe manifestarsi in altri modi.

→ Il design thinking porta un forte focus sull’utente, mentre Agile è un ottimo modo per fornire soluzioni in modo incrementale, garantendo che le esigenze degli utenti siano mantenute in primo piano durante tutto il processo di progettazione e sviluppo.

Usa Design Sprint per testare rapidamente idee e prodotti

Design Sprint semplifica la creazione di un “prodotto” e il collaudo di fronte a utenti/cliente. Tutto è fatto entro una settimana.

Quindi, dopo aver identificato i problemi di Design Thinking e averli risolti con le Pratiche Agili, impiega Design Sprint per accelerare i test. Questo è un ottimo approccio a il miglior uso di tempo e denaro. Migliora anche il produttività della squadra.

Che ne dici, hai capito le differenze tra Design Thinking, Design Sprint e Agile? Cosa ne pensi dei nostri consigli per combinare questi approcci? Scarica ora il nostro ebook UX: perché e come guidare la tua azienda verso l’utente?

Back

Rimani aggiornato. Ricevi la nostra newsletter.