01/28/2020
By
MJV Team

Dati: cosa c’è dietro un settore Meaningful Banking

Meaningful Banking è un termine che descrive gli sforzi delle banche tradizionali per trasformare le loro attività comprendendo il mix di emozioni e finanze.

L’idea centrale è quella di immergersi nella realtà dei cliente per creare esperienze più empatiche e umanizzate. 

Abbiamo già presentato questo concetto in un e-Book molto completo sull’argomento: puoi scaricarlo gratuitamente qui. Abbiamo anche un articolo in cui segnaliamo i modi in cui le banche possono fidelizzare i cliente con questa strategia. Dai un’occhiata: Scopri come fidelizzare i cliente con operazioni Meaningful Banking! 

Oggi, vogliamo aiutarti a riflettere sulla costruzione di una banca più umana che offra esperienze memorabili attraverso l’uso tattico e intelligente dei dati. 

Continua a leggere per capire l’importanza di rendere il tuo istituto finanziario ancora più analitico e quindi pronto a realizzare attività Meaningful Banking!

Il cliente non è più lo stesso

L’era digitale non ha più la logica del pensiero per la massa. All’interno di questo, le banche devono investire sempre più nella personalizzazione per rimanere competitive. La soluzione è approfondire la Trasformazione Digitale per dare le dimissioni al modello di business.

Ma aspetta. Apriamo questa discussione un po ‘di più. 

Esiste già un movimento in vari segmenti di mercato per comprendere il cosiddetto “nuovo consumatore”, che si è già adattato all’era digitale e si aspetta spesso inconsciamente che le loro esperienze di acquisto e di interazione con i fornitori di prodotti e servizi siano attraversato dal digitale. 

Secondo uno Deloitte la ricercaIl 93% dei dirigenti del settore finanziario afferma che l’obiettivo della loro strategia digitale è migliorare il servizio cliente. 

Costruisci un marchio, non una banca

È anche importante ricordare che ci sono crescenti domande in tutto il mondo sul significato delle banche e degli istituti finanziari, ovvero sulla rilevanza reale e percepita dal mercato e in particolare dai cliente. 

È qui che è nato il concetto di Meaningful Banking, che, come abbiamo già avanzato, riguarda l’impegno di mettere i cliente al centro di tutto – ascoltarli e comprenderli mentre l’organizzazione si sforza di innovare, cambiare, evolvere e crescere.

Una strategia Meaningful Banking mescola emozioni e finanze per trasformare il modello di business bancario ancora tradizionale. 

Il processo è stato progettato a causa dell’insoddisfazione che molti cliente avevano con le loro banche. Non erano contenti dei pochi scambi, ma continuavano a utilizzare il servizio perché non avevano altre opzioni. 

A loro volta, le banche hanno fatto pochi sforzi per considerare il sentimento dei loro consumatori quando hanno pianificato il loro posizionamento, prodotti, servizi e comunicazione. 

In breve, gli istituti finanziari devono ripensare il loro ruolo nella vita degli utenti ed essere proattivi nel valutare questa relazione.

È tempo di costruire una strategia molto più umana, strutturata sulla trasparenza e sulla verità. E, soprattutto, risolve i problemi dei cliente: l’obiettivo finale della disciplina dell’esperienza dell’utente (UX). 

Le banche preoccupate per i sentimenti dei loro cliente non sono un sogno, né sono lungi dall’essere accadute. In realtà, sono già lì tra le app preferite dei consumatori. Continuano a conquistare il cuore degli utenti e del mercato con servizi digitali e personalizzati al 100%.

Tutto ciò che serve è al chiuso: i dati 

La buona notizia è che la soluzione è praticamente domestica. È nel volume di dati generati nella tua banca che deve essere organizzato e analizzato per essere informazioni utili per generare intuizioni e decisioni intelligenti.

Per quanto sia già stato fatto (il settore bancario è uno dei più articolati nell’analisi dei big data, ad esempio), è importante fare un ulteriore passo avanti: concentrarsi sui bisogni psicologici ed emotivi dei consumatori. A questo punto, torniamo al concetto di Meaningful Banking!

Gli approcci all’analisi dei dati ora devono andare oltre i modelli comportamentali; dovrebbe comportare l’analisi di sentimenti ed emozioni. È qui che Data Science aiuta molto; È un mix multidisciplinare di inferenza dei dati, sviluppo di algoritmi e tecnologia per la risoluzione di problemi analiticamente complessi.

Esistono altri metodi e pratiche che facilitano l’analisi soggettiva dei dati, tra cui Design Thinking, User Experience, Open Innovation e Agile Practices.

Costruisci una strategia molto più umana 

Infine, non possiamo ignorare il problema della mindset. Esatto, la mindset delle banche deve cambiare; È importante che il comitato esecutivo e il personale operativo adottino una cultura ancora più incentrata sul cliente dietro le transazioni.

Ciò va ben oltre l’acquisizione degli ultimi strumenti tecnologici. La tecnologia deve essere utilizzata per un’azione ancora più umana, sensibile ai sentimenti e alle emozioni dei cliente. 

Ecco alcuni suggerimenti per iniziare questa consapevolezza nel tuo pubblico e muoverti in quella direzione: 

  • scopri quali sono le fonti di tutti i tuoi dati generati dalla tua banca;
  • Crea soluzioni per integrare e visualizzare i dati: i Big Data e l’intelligenza artificiale aiuteranno. Per valutare e validare le tue azioni, niente di meglio che avere un Dashboard per l’analisi dei dati
  • investire in più persone e processi analitici – formazione, workshops e implementazione di celle di analisi sono ben accetti in questo sforzo, nonché un allineamento con il reclutamento e la selezione per cercare professionisti con questo profilo sul mercato;
  • ottimizzare e personalizzare (e a) la comunicazione e il rapporto della tua banca; espandere i canali di interazione e acquisire attraverso di essi dati che dimostrano i sentimenti e le emozioni delle stakeholders;
  • sfruttare l’integrazione dell’IT a livello strategico della banca; prestare particolare attenzione all’uso di pratiche agile (sviluppo, implementazione, analisi, ecc.);
  • sviluppare o acquisire applicazioni incentrate sull’utente;
  • solide partnership con startup e fintech – possono apportare grandi contributi di intelligenza e agilità nella creazione di innovazioni; Non devono essere considerati esclusivamente come concorrenti.
Back