Client:

Azienda leader nei programmi di fidelizzazione

Challenge:

Doppia conversione delle campagne di marketing

Outcome:

Aumento del 115% della conversione in 4 settimane

Share:

Agile Marketing: l’adozione agile aumenta la conversione del marketing del 115%

In sole 4 settimane, la combinazione di metodologie agili e Design Thinking ha sfruttato il riscatto di una società di programmi a punti

Negli ultimi anni, il modello tradizionale di strategie di marketing è stato riformulato. I cambiamenti avvengono a causa della grande necessità di gestire le azioni in modo dinamico e flessibile, di fronte alle trasformazioni del mercato e all’emergere di nuove tecnologie digitali.

Il Agile Marketing  è emerso come una tendenza, adattando il concetto utilizzato dai squadra di sviluppo software allo scenario dei squadra di marketing e ha dimostrato di essere un approccio efficace.

Nei dipartimenti di marketing, Agile Mindset è guidata da risultati a breve termine e cicli di progettazione e sperimentazione più snelli. I vantaggi sono una commercializzazione più rapida, l’impegno e la motivazione del squadra, nonché la produttività e la qualità della consegna.

La nostra proposta era di introdurre questo concetto, lavorando su un approccio incentrato essenzialmente sulle esigenze degli utenti. L’obiettivo fissato era piuttosto impegnativo: raddoppiare il risultato mensile delle campagne di riscatto puntuale.

Dividi per conquistare: sprint design, focus e prototipazione su base separata

Per questa sfida, la società ha riunito un squadra multidisciplinare di 12 professionisti, tra cui esperti di marketing, CRM, finanza e business intelligence. I dipendenti sono stati rimossi dal resto delle loro mansioni e assegnati a uno degli uffici della MJV a San Paolo, dove hanno avuto il primo contatto con strutture agili.

Per misurare e confrontare i risultati del progetto, un milione e mezzo di contatti sono stati separati dagli 8 milioni totali della base. Sono stati usati come campione della performance di Agile Marketing.

Prima che le Metodologie Agili entrassero in azione, è stato realizzato un progetto di sprint di due giorni, che includeva fasi di immersione rapida e ideazione per mettere le esigenze dell’utente al centro del processo.

Il processo di Design Thinking ha agito da catalizzatore, essendo fondamentale per il squadra per comprendere il dolore dei cliente, riconoscere i modelli di comportamento di acquisto e definire le persone e le ipotesi dell’acquirente su cui lavorare.

Il risultato di questa prima fase è stato il punto di partenza per la contestualizzazione e la definizione del backlog del progetto e del ciclo di sprint.

Strumenti: incontri agili e cicli di miglioramento continuo

La chiave per ottenere il successo è stata la percezione da parte del squadra della rilevanza delle cerimonie agili – e il loro impegno nel realizzarle. Ogni giorno si tenevano riunioni stand up, brevi riunioni in cui venivano valutate le attività lavorative, venivano fatte interruzioni di arretrati e possibili barriere.

Ogni settimana, il squadra ha tenuto la riunione di revisione, la riunione di feedback collettivo per individuare errori e successi, adeguando i processi per lo sprint successivo e creando così un ciclo di miglioramento continuo.

Un grande esempio è stato l’aggiunta di strumenti agili durante ogni riunione per aiutare il squadra a interrompere gli arretrati, dare priorità alle richieste e misurare le scadenze.

Per evitare una divisione ineguale dei compiti, a causa delle diverse competenze tecniche del squadra, è stata implementata anche la programmazione di coppia, un metodo che consiste nell’esecuzione di compiti insieme, in cui tutti apprendono i processi e possono e soddisfare le esigenze dell’altro, se necessario.

Agile Marketing: risultati sopra la media

Alla fine dell’ultimo sprint, il squadra agile è stato in grado di lavorare su 6 campagne contemporaneamente, adattandosi a qualsiasi impedimento come le vacanze non pianificate. I professionisti hanno anche iniziato a condurre campagne promozionali di opportunità non previste nel backlog, come date commemorative speciali e argomenti di tendenza sui social media.

Risultato finale dopo sole 4 settimane:

Una crescita mensile del 115% nella conversione della base cliente di 1,5 milioni, superando il risultato totale rispetto al resto della base cliente di 6 milioni utilizzando il vecchio modello a cascata

Altri indicatori:

  • Prestazioni migliorate di altri KPI di email marketing;
  • Aumento della produttività del squadra;
  • Maggiore riattivazione di utenti inattivi.

Oltre ai risultati misurabili, le prestazioni sopra attese dall’adozione di Agile Marketing hanno portato il riconoscimento al squadra e aumentato la consapevolezza tra i top manager che prevedono di ridimensionare Agile per il resto dell’azienda.

Back